tragbares Besteck des 3. Jahrtausends

collana con 3 variazioni e clip (2002)

 

 

 

 

Il video è stato realizzato attraverso la tecnica del montaggio di una sequenza di fotografie e presentato in occasione della mia partecipazione ad un concorso per orafi, tenuto a Weiden in Germania (“tragbares Besteck des 3. Jahrtausends“ - collana con 3 variazioni e clip: www.pruell.de).

 

L’idea fondamentale sottostante può essere definita, nei suoi termini essenziali, come segue: patologie come l’anoressia o la bulimia potrebbero anche essere interpretate come fenomeni estremi di un più generale processo di trasformazione sociale, nell’ambito del quale anche i più pressanti bisogni fondamentali (come quello di cibo) subiscono una tale trasfigurazione da risultare mortalmente insidiosi. Ciò tende a verificarsi nelle moderne economie di mercato, le cui società, in quanto condizionate in modo crescente e preoccupante dal sistema dei mass media e dalla pervasiva ed aggressiva mercificazione di ogni aspetto della vita sociale.

 

Il corpo è sempre più oggetto di attenzione: un’attenzione maniacale, carica di sentimenti di frustrazione, prevalentemente video-indotti, e derivanti dal pressante confronto con i modelli di riferimento inarrivabili (sul piano fisico, psicologico e dell’agiatezza ostentata) delle pubblicità commerciali.

 

La crescente standardizzazione dei modelli di riferimento culturali e le perniciose influenze sulla realizzazione dello stesso bisogno di cibo intersecano peraltro, lungo sentieri contorti, un’altra tendenza dominante: quella in direzione della riduzione degli spazi di vita tradizionalmente assegnati a certi riti ed ai loro tempi, come il pasto, ormai reso funzionale all’orario di lavoro, soprattutto nel caso dei lavoratori collocati più in basso nella gerarchia delle professioni.

 

Per questi ultimi il pasto preconfezionato, la carne in scatola, la soia transgenica in barattolo, il micro-onde, ascoltando pubblicità alla TV o alla radio di turno, riempiono la compressione dei tempi.

 

Il gioiello da me realizzato a mano, che si intravede nel video, si innesta su queste considerazioni in modo volutamente provocatorio. A partire dai bastoncini di legno che si possono comprare in farmacia per abbassare la lingua ho pensato di realizzare un ciondolo più gioiello multifunzionali: che potesse fungere da posata sempre a portata di mano e da ausilio fondamentale per indurre, se nel caso, il vomito.